giovedì 18 gennaio 2018

I topi e la storia


Ci sono le immagini che piacciono tanto e attirano attenzione, ci sono poi le "carte" che per alcuni non sono buone nemmeno per pulirsi (avete capito cosa). Si lascia allora che i topi rosicchino, in mancanza d'altro, queste carte che magari per tanti anni erano state conservate gelosamente da chi ne conosceva il giusto valore.

Queste carte conservano la memoria di fatti, di luoghi e di persone che possono sembrare comuni, addirittura insignificanti ma se lette con attenzione ...

Sapete perché a Vasto fu realizzato il Politeama Ruzzi?

Leggendo il foglietto che pubblico di sotto e lo saprete. Saprete anche chi ha partecipato alla costruzione di questo edificio. 

Ho sottratto questa carta ai topi e questi si chiederanno perché ho tolto loro una succulenta leccornia quando agli umani di "uno stupido pezzo di carta" non interessa assolutamente nulla.

Con l'occasione porgo i più sentiti auguri a Topolino che compie 90 anni. 



Ho pubblicato l'immagine della bella Signorina solo per attirare la vostra attenzione.

mercoledì 17 gennaio 2018

Scarpasciùdd' 17-18


TACCO, CONTROTACCO E CONTROTACCOTTO
di Vittorio Patriarchi

Campo sportivo Incoronata, sabato 13 gennnaio '18, h 17
FRINGUELLI TACCOLE 3 - 3
arbitro Lino Frasca

Marcatori: 2 Tinari, 1 Danenza (B), 1 Lanza, D'Alanno, Piccinini (G)

FRINGUELLI (blu): Versace, Di Stefano, Nardella, Serafini, Puddu, Tinari, Pegna, Danenza, Vino, Tortoli

TACCOLE(gialli): p.a.r, Ronzitti, Gabriele, Sebastiani, Patriarchi, Piccinini, Di Marco, Reale, D'Alanno, Lanza, Battista

Stavolta si spazia nell'ornitologia, anche perchè, alla ripresa delle attività dopo la pausa 'pasquettale', per il freddo ' cascàve li cìlla mùrte '; nonostante l'assenza di vari big (e suole dell'ultim'ora..) si è dato vita ad un 10 vs.10 niente male. I blu pericolosi subito sulla fascia sx, dove al 16' per 2 volte Tortoli stacca sullo scatto un abulico Patriarchi, una va fuori e l'altra respinta dal p.a.r. Ronzitti: e alla terza volta (sempre lanciato dal tattico Pegna), dopo aver scartato Pino in uscita, Patriarchi salva sulla linea. I gialli assaggiano la porta con una sventola di Reale di poco alta, e al 28' sbloccano: l'inesauribile Sebastiani taglia in area per Amerigo Lanza, smarcato, che penetra sulla dx e col suo magico piattone infila a fil di palo sx, 0-1. Al 42' il blu Tinari, involatosi in area su triangolo con Pegna, sciupa in area piccola mandando a lato. Nella ripresa, i gialli consolidano e, esaltati da una buona decina di colpi di tacco di D'Alanno, si affidano alla estrosità delle giocate del bomber, il quale, al 18', su assist da sx di Battista, aggancia, s'aggiusta con perizia la palla e la piazza all'angolino con un interno dx da biliardo, 0-2. E i gialli infieriscono, al 27', quando Gabriele si riversa in attacco e smista sulla sx al (l'altro Gianni, Piccinini -quello fuoriclasse-), che con una scileppa di sx sigla lo 0-3. A risultato acquisito, esce Reale e per i gialli invece si spegne la luce: negli ultimi 15' i ringalluzziti blu combinano di tutto: un tiro teso di Pegna colpisce il braccio di Patriarchi, Frasca fischia un generoso rigore, che lo stesso Franco batte e manda fuori (Amerigo in porta gli fa scontare un ammazzacaffè non offerto al cenone). Al 31' Virgilio Tinari protegge col corpo la palla seminando Patriarchi sullo scatto e sulla dx segna di potenza l'1-3; al 35', su traversone a mezz'altezza di Nardella, Lorenzo Danenza mette la punta del piede tra Patriarchi (oggi candidato alla nazionale pippèro) e il p.a.r. Di Marco in uscita, infilzandoli come due piccioni e segna il 2-3, E al 44' si conclude l'incredibile rimonta in 15', quando, sempre sulla dx, Virgilio Tinari indovina lo spiraglio giusto ed infilza con un dx basso Di Marco sul suo palo, per il finale 3-3. Nella foto Roby Danenza, lo sterminapiccioni.


Classifica cannonieri: 19 gol: Angiolillo 13 gol: Gambuto, Tinari 12 gol: Sarra 7 gol: Serafini A 6 gol: Di Giovanni, Piccinini 4 gol: Gabriele, Rossi, Tortoli 3 gol: D'Addario, D'Alanno, Reale 2 gol: Fanucci, Lacaita, Lanza, Nardella, Pegna F, Pegna G, Sabatini 1 gol: Danenza, Marrollo, Stante, Tinaro

Dedicato a quegli stronzi che mi hanno fatto perdere l'amicizia di questa donna.



... e che adesso cercano ma non sanno dove cercare. Un "centro" non sempre ...


sabato 13 gennaio 2018

Esistono le giornate "inutili"?

Che giornata inutile quella di oggi. Piove, fa freddo e ho il telefono in riparazione. La mattinata, tra una cosa ed un'altra, è passata ma questo pomeriggio per ammazzare il tempo ho fatto un giro alla Nuova Libreria e ho approfittato per fare un salto dal medico (solo) per chiedergli se gli avanzava una agenda.
Già, una agenda. Sempre così in Italia, in certi periodi le cose si sprecano mentre in altri le stesse cose non si trovano. Vi ricordate quante agende vi regalavano fino a qualche anno addietro? Adesso invece ....

... ma stavo parlando della giornata inutile. 

Mi sono messo a rovistare tra i miei dischi è ne ho ritrovato uno di Elton John: Madman across the Water. Non lo avevo mai ascoltato con attenzione. Ricordo che lo comprai per scambiarlo con un altro disco di un amico ma poi non se ne fece nulla. Forse il disco del mio amico aveva qualche segno oppure perché rimasi "fulminato" da Tiny Dancer. Ricordo che usavo questa canzone come lento al Paradise. Questo brano mi piaceva così tanto che comprai anche il 45 giri che conteneva il testo sulla copertina. Del resto dell'album però non ricordavo nulla. Addirittura ne parlavo male. Oggi invece, sarà la noia, sarà la "maturità", mi sono accorto che è veramente un bell'album. Sono rimasto sorpreso nel riconoscere tra i vari brani tante sonorità che musicisti italiani, da Venditti a Cocciante, da Alan Sorrenti (prima maniera) a Alice e tanti altri ancora, hanno attinto da questa "opera".
Rivedere (in questo caso riascoltare) il passato con l'ottica attuale non fa male, ogni tanto bisogna farlo.

In questo momento mi sto chiedendo: "vuoi vedere che questa giornata non è stata completamente inutile?" "Dov'è la differenza tra una giornata inutile ed una utile?"

mercoledì 10 gennaio 2018

Altri tempi


Ebbene si. Si riusciva a divertirsi anche dopo un'alluvione. Dopo una pioggia torrenziale questi due "ragazzi del Bar Jolly" si sono prestati per stappare il tombino di via Michetti. Senza di loro la proprietaria della 500 parcheggiata non sarebbe potuta rientrare in macchina dopo aver fatto la spesa alla STANDA.
Erano altri tempi. Erano altri tempi.


Primi scrosci d'acqua, c'è un bambino formidabile, sembra il fratello più piccolo di Zoff, ne ha già parate 6 di gocce. Il sindaco sta per tagliare il nastro, sono tutti felici, la valanga è arrivata, evviva la valanga. C'è anche uno slogan qui in paese: "Se non c'è la valanga compratevi la STANDA". Ecco qui i primi alluvionati, sono già arrivati a bordo di jeep e gipponi, c'è anche Gruviera un rappresentante della Svizzera interna per vedere come si fanno le alluvioni che sono da esportazione, ne vorrebbe comprare al Mec, circa 15, ma il costo di produzione anche in questo caso è molto alto.  (Squallor)



domenica 7 gennaio 2018

I Misteri di Vasto 5° puntata

Angelina Molie


Tanti cari auguri per i 91 anni di Angela Poli Molino. Angelina Jolie sarà molto invidiosa per questo traguardo raggiunto dalla nostra attivissima concittadina e penso che mi denuncerà.

venerdì 5 gennaio 2018

Dopo le feste ...


Cari amici, dopo i "vari tipi" di auguri, intendo aprire il 2018 all'insegna dell'umorismo e con un proposito, quello di provare a "levare la pancia".

giovedì 28 dicembre 2017

Punta Penna

A Punta Penna nei primi anni Cinquanta doveva essere bellissimo. All'epoca era difficile raggiungere quei luoghi. C'erano poche macchie e non so se c'era la "machinetta". Era quindi un luogo da immortalare. Ancora oggi gli scatti fotografici in quel luogo si sprecano ... ma vuoi mettere il fascino delle foto in bianco e nero.

domenica 24 dicembre 2017

Natale

Il sindaco di Vasto, nascosto dietro il suo sorriso da "Menna", mi ha chiesto come mai quest'anno non ho preparato nulla di ironico, di satirico e di sarcastico inerente il Natale della politica nella nostra città. 
In questa città dormiente e lamentosa, assuefatta al "nulla" e al disordine, incapace di reagire contro un disagio che provoca uno stato d'animo cupo, perché dovrei sprecare ancora energie per far sentire "superiori" persone che questo "disagio" creano ma che ritengano di essere sulla via giusta? Queste persone per me non valgono (più) nemmeno un mio battito di  ciglia
Così come loro riciclano le stesse "palle" degli scorsi anni (ruota, luminarie ecc.) aggiungendo disordine e cattivo gusto al consueto disordine e cattivo gusto al quale il cittadino è ormai assuefatto, io riciclo una immagine degli anni passati lasciando a chi vuole il gusto di andarsi a cercare sul web quello che è già stato fatto. 

Sereno Natale ai cattolici che vedono proiettate sulla facciata della cattedrale immagini  che .... ma di questo parleremo un'altra volta. Non sono ancora in grado di cacciare i mercanti dal tempio.

Scarpasciùdd' 17-18


SANTA NICOLA(U)S
di Vittorio Patriarchi

Campo sportivo Incoronata, sabato 23 dicembre 17, h 15, 
CARIBU' RENNE 4 - 6
arbitro Vittorio Patriarchi (2°t Lello D'Alanno)

Marcatori: 2 Tinari, 1 Marrollo, Sarra (B), 1 Gambuto, Serafini A, Rossi, Gabriele, Reale, Fanucci R (G)

CARIBU' (blu): Fanucci M, Marrollo, Tortoli, Di Marco, Serafini S, Puddu, Tinari, Pegna, Angiolillo, Sarra, D'Alanno (2°t Patriarchi)

RENNE (gialli); Versace, Ronzitti, Gabriele, Sebastiani, Reale, Rossi, Piccinini, Fanucci R, Gambuto (30' Danenza), Battista, Serafini A

Lapponia-Incoronata: gemellaggio effettuato, visto il clima (freddo e natalizio) e le imminenti festività (visti i ritmi di gioco). Oggi inizio teorico h15, pratico h 15,40 (i soliti ritardatari, attesi in campo da fasci di fiori durante la loro spettacolare 'scesa delle scale' alla Wanda Osiris). S'inizia col p.a.r nei gialli, ma dopo 10' Versace s'infortuna e cambia casacca andando in porta; i gialli pericolosi subito con un imbucata di Gambuto per Piccinini sulla sx, palla di poco alta. Rispondono i blu con un contropiede di Angiolillo, anche lui sfiora i legni; al 16', rimessa in gioco blu con Fanucci che smista con le mani sulla dx per Serafini, ma a palla è corta, il figlio ruba e serve al centro per Nino Gambuto, che punisce la svista e segna lo 0-1. Ma al 18' i blu pareggiano: Pegna sente i campanacci degli altri caribu' che pascolano in area e in un raro momento di grazia passa a Virginio Tinari, che s'invola sulla dx e segna l'1-1. Al 30' il giallo Gambuto s'infortuna in un duro contrasto, e viene in tempo reale sostituito da Danenza. 36', Battista illumina il campo come una stella cometa ed invita Andrea Serafini all'inserimento al centro, scatto fulmineo e gol dell'1-2; e al 41' i blu riagguantano: Tinari lancia dopo un triangolo corto Miki Sarra, che frusta i cani da slitta, semina un paio di 'ungulati' e pareggia 2-2; da segnalare una parata di piede di Versace su botta del blu Angiolillo, e una respinta di pugno di Fanucci su siluro del giallo Serafini. Nella ripresa i blu perdono tonicità e, privi di centrocampisti 'polmoni', si scollano tra attacco e difesa: senza filtri, i gialli impongono il loro ritmo ed hanno la meglio: 14', su corner da sx di Battista, Nicolas Rossi spizza di testa ed infila l'angolino basso del palo lungo, 2-3; 19' , percussione sulla fascia sx con Serafini, che apre per Gianni Gabriele (il cui mancino non perdona), e si regala il gol indovinando lo spiraglio giusto a filo di palo sx, 2-4; 22', incontenibile Giuseppino 'alla capanna' Reale, che triangola stretto con Piccinini e penetra con la sua slitta in area piccola, scroccando una 'majoccànna' sulla dx imprendibile, 2-5; al 34' i blu accorciano su contropiede con Virginio Tinari (3-5), e al 36' l'episodio chiave: il blu Sarra imposta sulla dx per la discesa dell'esordiente Andrea Marrollo, che dal limite lascia partire un corto tiro cross, sul primo palo santa Nicolas 'sbucia' di testa ingannando lo stesso Valerio, proprio dietro le sue spalle, la palla entra in rete rimpallando tra le loro schiene, gollonzo del 4-5; e i blu a questo punto credono nella rimonta: 38', Sarra lancia sulla sx Angiolillo, che coglie la traversa, e dopo 1', conclude alto un'occasionissima (Serafini 'si n'aèsce 'nghe:' Oh, ùgge mi sìmbre Calloni!') al 40' il giallo Battista, liberatosi sulla sx, coglie la base del palo dx, guadagnandosi una rossa Chimay (ricordiamo che i produttori di birra sponsorizzano 'le colte dei pali': a seconda di dove si colpisce, si va dalla Peroni per la traversa alla Weiss per l'incrocio e appunto la Chimay per le basi dei pali), e al 41' i gialli chiudono i conti: in area blu incursione di Serafini che collima al centro arretrato per l'inserimento di Roby Fanucci, che infila senza riguardo con una scrippella di destro il padre Max Fanucci ('che fetente'- commenta sconsolato Max- alla Befana carbone, sicuro) per il finale 4-6. Nello spogliatoio, abbiamo festeggiato una sorta di 'precetto', salutando profanamente con panettone e spumante Barbe Bianche e Slitte con Renne. Nella foto, santa Nicolas Rossi (della Nazionale Italiana Antennisti) che oggi ha dispensato doni a gialli e blu, come Santa Claus.


Classifica cannonieri: 19 gol: Angiolillo 13 gol: Gambuto 12 gol: Sarra 11 gol: Tinari 7 gol: Serafini A 6 gol: Di Giovanni 5 gol: Piccinini 4 gol: Gabriele, Rossi, Tortoli 3 gol: D'Addario, Reale 2 gol: Fanucci, Lacaita, Nardella, Pegna F, Pegna G, Sabatini 1 gol: D'Alanno, Lanza, Marrollo, Stante, Tinaro

venerdì 22 dicembre 2017

Un balcone su corso Garibaldi

Potete passare quanto volete in corso Garibaldi a Vasto ma questo balcone non lo troverete mai. E' stato demolito alla fine degli anni Cinquanta, per ampliare l'edificio.
Se passate alla Marina, sul lungomare Duca degli Abruzzi, invece, potrete ancora vedere il cancello in ferro con le iniziali G.L. unico elemento antico che ancora resiste agli attacchi del tempo.

Il balcone ed il cancello facevano parte di un bellissimo edificio liberty ma ..... cosa ve lo dico a fare?

Nella foto si vedono zio Ferruccio e zio Tonino. Ogni anno ci riunivamo a casa dei miei nonni per le feste natalizie e io godevo di quello che accadeva. Chissà se mi verrà voglia di raccontarvi qualche storiella in merito. Del villino liberty ricordo qualcosa (ero molto piccolo) e sicuramente conservo il gusto per i pavimenti di graniglia multicolori, delle feste ricordo l'allegria semplice, i tanti dolci e le tantissime pietanze (sparite) che all'epoca mi ostinavo a non voler assaggiare. Per esempio la trippina con i peperoni arrosto.

.... ricordo soprattutto il rotolino di monete da 10 lire che mio nonno mi regalava per giocare a "surgiutelle" oltre che la maestosa banconota da 10.000 lire che invece (almeno in parte) finiva nelle tasche della "Befana".

lunedì 18 dicembre 2017

Scarpasciùdd' 17-18


QUESTIONE DI BINARI
di Vittorio Patriarchi

Campo sportivo Incoronata, sabato 16 dicembre 17
POLFER CARAMBA 2 - 3
arbitro Vittorio Patriarchi

Marcatori: Tinari, Angiolillo (B), 3 Sarra (G)

POLFER (blu): Frangione, Tortoli, Versace, Di Carmine, Serafini , Puddu, Tinari, Pegna F, Angiolillo, Nardella, D'Addario

CARAMBA(gialli); p.a.r., Ronzitti, Gabriele, Sebastiani, Danenza, Tinaro, Piccinini, Di Marco, Pegna G, D'Angelo, Battista, Sarra

Bella, combattuta ed equilibrata partita, quella di stasera, che contrapponeva Polizia e Carabinieri (storiche rivali): niente a che fare col penale, s'intenda, ma i 2 graduati (uno coi baffi da appuntato, ma di fatto promosso da noi nel rango dei sottufficiali superiori, quelli coi 'binari', ed uno effettivo, in licenza dalla Calabria) si sono resi protagonisti entrambi di una prestazione da incorniciare. Al 7' il giallo Gabriele fa partire sulla dx Sarra, il suo tiro teso è deviato di pugno in corner da Frangione; i blu rispondono con Angiolillo, che da 15 m 'lecca' la traversa su azione in mischia; 16', nuova fuga del giallo Sarra e tiro a botta sicura, il 'mare' s'esalta uscendo a corpo morto e deviando in angolo col tacco; al 23' entra in gioco l'effettivo maresciallo Pegna (in giallo) che carica il Garand, ma la palla si stampa sul palo; 26', sbloccano i blu con D'Addario che entra in area da sx dopo aver sfruttato un rimpallo, rimette al centro a mezz'altezza, dove Virginio Tinari, a volo, dritto per dritto, fulmina il par Sebastiani, 1-0. Al 32' il giallo Piccinini si libera sulla sx e rimette al centro per Pegna, fucilata verso il 'collega' che (si) para coi pugni uniti respingendo fuori; allo scadere, Angiolillo su assist di Nardella sfiora il palo dx; la ripresa si apre con il giallo Battista, che conquista palla su Nardella e lancia repentino in corridoio per il liberissimo Tinaro, fuga sulla sx, tiro conclusivo da dimenticare (èsse e la pòrt' l'à mannàte fòre); al 9' il blu D'Addario taglia centrale per l'inserimento di Tinari, tiro conclusivo sventato fuori di piede dal par Ronzitti; al 16' i gialli pareggiano con una prodezza di mezzocollo interno di Michele Sarra che, da 20 m sulla sx, indovina il giro giusto, palla appena sotto l'incrocio, eurogol dell' 1-1; ma al 20' i blu si rifanno sotto: su punizione alta dal limite area sx di D'Addario, Nardella a centro area manca l'aggancio, ma sul 2° palo spunta il becco del buìtre Luigi Angiolillo, che sorprende da dietro Di Marco e appoggia in rete, 2-1; al 22' una fucilata di Pegna verso l'incrocio dx impegna Frangiarumma in un impossibile volo, palla in corner; al 24' il giallo Pegna con un'altra 'luparata' stende il malcapitato Puddu, fotografato in piena faccia: Manu si riprende poco dopo, io per vedere se ' ci sta 'nghi la còcce ' gli domando quanti gol ha preso l'Inter nel pomeriggio, e lui lucido mi risponde 'tre' (tutt'a posto), aggiungendo: 'Vitto', si ti capitàve a tte', stève fòre 3 mmìse - riferendosi alla pallonata in faccia). Dopo un'occasione sprecata dal giallo D'Angelo sulla sx lanciato da Danenza (palla fuori abbondante), i gialli pareggiano: incursione di Gabriele da sx appoggio in profondità per Miki Sarra appostato sul palo lungo, 2-2; al 35' il blu Serafini stende in area Sarra, rigore, sbagliato volutamente da D'Angelo; 38',contropiede del blu Angiolillo, parata di piede del par Ronzitti; 40',incursione solitaria del blu Serafini su assist di Di Carmine, ma Piccinini gli nega il gol deviando di piede con una plastica spaccata, ma poi, l'episodio che decide il match al 41': su corner del giallo Battista da sx , Pegna di testa prende il palo, palla che torna in campo, indecisione di Frangione in area piccola, che pasticcia con le mani, spunta da dietro il giallo Miki Sarra che (correttamente) ruba palla ed infila il 3-2 finale. Nella foto, un'altra roccia degli Scarpasciùdd', oggi con noi, Emidio Di Carmine .


Classifica cannonieri: 19 gol: Angiolillo 13 gol: Tinari 12 gol: Gambuto 11 gol: Sarra 6 gol: Di Giovanni, Serafini A 5 gol: Piccinini 4 gol: Tortoli 3 gol: D'Addario, Gabriele, Rossi 2 gol: Lacaita, Nardella, Pegna F, Pegna G, Reale, Sabatini 1 gol: D'Alanno, Fanucci, Lanza, Stante, Tinaro

giovedì 14 dicembre 2017

Dedicato a Gabriele


Non ricordo che anno fosse. Ricordo che tornammo a Vasto con la macchina di mio zio Paolo completamente ammaccata dalle pietrate della "tifoseria" pugliese. Per fortuna non "mirarono" ai finestrini. 
Il giornalista da come evidenzia l'articolo era molto di parte. Due gol su punizione, se non ricordo male (avevo una decina d'anni) causate da entrate decise di Michele Della Penna, nell'ambito di una partita molto equilibrata.  Ricordo che qualche giorno dopo, mio zio disse a "Mike": "Si pruprie nu fumurale" (o una parola simile).
Per il resto, il fatto che il giornale non distingue la Vastese dalla Pro Vasto poi la dice lunga .... sarà colpa della nostra "indecisione".

giovedì 7 dicembre 2017

Scarpasciùdd' 17-18




DUSTIN HOFMANN
di Vittorio Patriarchi

Campo sportivo Incoronata, sabato 2 dicembre 17 
SARRI contro SARRA 5 - 1
arbitro Orazio Di Blasio

Marcatori: 2 Sarra, 1 Angiolillo, Tinari, Tortoli (B), Sarra (G)

SARRI (blu): Frangione, Tortoli, Versace, Serafini S, Puddu, Tinari, Pegna, Angiolillo, Lacaita, Sarra (30's.t.coi gialli)

SARRA (gialli): p.a.r., Ronzitti, Gabriele, Sebastiani, Danenza, Piccinini, Di Marco, Lanza, Gambuto, Battista, D'Alanno

Non c'entra nulla l'allenatore del Napoli, e a giudicare dalle testimonianze con i quali 'taglio e cucio' la breve cronaca, questo 10 vs.10 dicembrino (i cui nomi delle squadre ci fanno ritornar in mente il film 'Kramer contro Kramer' del grande Hofmann) ha avuto protagonista Michele Sarra, autore di una doppietta in maglia blu, e di un gol in maglia gialla: eppur Miki aveva cominciato male, beccandosi la cazziata da Emanuele per essersi presentato (lui e Virginio) al campo alle 17,40, costringendo i blu ad iniziare in 8.... primo tempo equilibrato, con i gialli sotto ...di soli 2 gol (Angiolillo e Sarra): nel 2°t, dopo il terzo gol ad opera di Tinari, Piccinini si mette in collegamento on line coll'anagrafe e, estratti di nascita alla mano, conteggia un disavanzo tra le 2 squadre di una quarantina d'anni totale (e mmo' ti ni si 'ccòrte'): decide seduta stante per una vertenza sindacale, causa di lavoro e autosospensione delle sue prestazioni professionali, lasciando i gialli in 9: i blu non hanno remore e segnano il 4° gol con una rovesciata di Sarra. ' Ammisticamento di carte ' per manifesta inferiorità, Miki Sarra passa ai gialli e segna il gol della bandiera del 4-1, ma poi i blu, in 8 (Angiolillo esce negli ultimi 10') fissano il risultato finale del 5-1 con Alessandro Tortoli.


Classifica cannonieri: 18 gol: Angiolillo 12 gol: Tinari 11 gol: Gambuto 9 gol: Sarra 6 gol: Di Giovanni, Serafini A 5 gol: Piccinini 4 gol: Tortoli 3 gol: D'Addario, Gabriele, Rossi 2 gol: Nardella, Pegna F, Pegna G, Reale, Sabatini 1 gol: D'Alanno, Fanucci, Lacaita, Lanza, Stante

mercoledì 6 dicembre 2017

Wedding planner


Un matrimonio di altri tempi. Mi ha colpito l'addobbo floreale. Nemmeno tanto per la qualità dei fiori che, magari visti a colori, potrebbero avere un bell'aspetto ma per il loro contenitore. Un tragno di ferro. 
Immagino un moderno wedding planner che di fronte allo sfarzo e l'eleganza di una cerimonia nuziale presenti un addobbo simile. Eppure penso che una foto così colpisca più di mille immagini attuali.
Auguri agli sposi di allora e ai loro discendenti di adesso.

martedì 5 dicembre 2017

L'arma segreta


Ciao belli! Non preoccupatevi, non vi ho abbandonato. In molti mi chiedono, politici compresi, come mai non parlo più come in passato della situazione cittadina e di tutto quello che non va nella nostra "cara" Vasto. Rispondo: "vale la pena sprecare il tempo solo per essere cuffujato dai concittadini?" 
In questo periodo gravido di Internet dove ognuno, non pensando di esporre il suo punto di vista ma convinto di essere depositario assoluto di verità, scrive e si lamenta, la mia voce (i miei post) si mescola alle altre formando un "centrifugato" dove distinguersi diventa impossibile. A che vale allora parlare ad una platea ormai "assuefatta" alle chiacchiere? 
Comunque non pensate che io sia "fermo". In questo periodo ho acquisito, col mio nuovo scanner, oltre 1200 immagini tratte dalle pochissime che sono riuscito a salvare (ormai tanti anni addietro) tra le milioni di lastre fotografiche finite in discarica grazie all'ignoranza e la supponenza dei miei concittadini.
Il buon Raffaele Scolavino me lo diceva ma io non ci credevo. Pace all'anima sua.

Vi piace la lastra che pubblico? Mostra tre bambini pronti alla guerra. Sembra una rappresentazione ironica della situazione mondiale attuale, tuttavia c'è un particolare che sfugge ai più. Il più piccolo mostra "l'arma segreta". Basta ingrandire la foto per accorgersi di cosa si tratta.

martedì 28 novembre 2017

Got milk? Fake news.


Si parla tanto di fake news in questi giorni e non posso che essere d'accordo con chi ne parla male. Devo tuttavia evidenziare che la colpa dei "guai" causati da queste notizie non è solo di chi le divulga ma anche di chi, senza approfondire, senza documentarsi, le accetta, il più delle volte, in toto.

Vi faccio un esempio: oggi sono stato ad assistere al Consiglio Comunale e mi sono accorto che mentre il sindaco leggeva un "pallosissimo" elenco di numeri, qualcuno si dilettava a guardare donnine su internet. Ve ne fornisco la prova evidente: la foto sopra.
In questo consiglio comunale si contestava una "prima donna". Cosa ci vuole per divulgare una notizia falsa? Nulla. Una foto e un titolo "16 consiglieri comunali votano a favore di una "prima donna"

Ora io sto ripetendo già dalla prima riga che questa è una notizia falsa e che mi sono (come faccio spesso) divertito a realizzare un fotomontaggio (nemmeno tanto riuscito per l'occhio esperto), tuttavia sono convinto che dopo la pubblicazione di questo articolo su Facebook in tanti penseranno che sia vera. 

Scommettiamo?